Leone marino di Steller

default2

NOME ITALIANO: Leone marino di Steller

SPECIE: Eumetopias jubatus

LUNGHEZZA: 2,8-3,5 m

DISTRIBUZIONE: Oceano Pacifico settentrionale

PHYLUM: Cordati

CLASSE: Mammiferi

ORDINE: Carnivori

FAMIGLIA: Otaridi

GENERE: Eumetopias

Altra macrocategoria: Pinnipedi

Pericolo estinzione

Presente dal Mare di Bering fino alle coste del Pacifico settentrionale, con la più alta concentrazione nelle isole Aleutine, il leone marino di Steller è l’otaride più grande, con maschi che raggiungono la tonnellata di peso. Gli adulti sono praticamente privi di pelo, a parte una caratteristica criniera; il manto è bruno scuro nei piccoli e bruno-giallognolo negli adulti. Il leone marino di Steller si nutre di pesci e calamari, che pesca spingendosi fino a 200 metri di profondità, nonché di salmoni che ruba dalle reti dei pescatori. Questa “predazione” nei confronti dell’uomo l’ha fatto oggetto di una caccia spietata, per cui oggi è in pericolo di estinzione. Il periodo riproduttivo cade nelle ultime settimane di maggio: per reclamare i diritti sull’harem e mettere in guardia i possibili rivali, il maschio emette potenti grugniti e starnuti. Tuttavia, al minimo accenno di pericolo, non esita a gettarsi in acqua e fuggire impaurito.