Nyala

Nyala

NOME ITALIANO: Nyala

SPECIE: Tragelaphus angasii

LUNGHEZZA: 1,4-1,6 m

DISTRIBUZIONE: Dal Malawi al Sudafrica

PHYLUM: Cordati

CLASSE: Mammiferi

ORDINE: Artiodattili

FAMIGLIA: Bovidi

GENERE: Tragelaphus

Altra macrocategoria: Bovini

Il nyala vive in una regione dell’Africa sudorientale estesa dal Malawi al Sudafrica. Il suo habitat è costituito da aree di savana dalla ricca vegetazione. Di forme eleganti e snelle, il nyala si nota soprattutto per il mantello. Quello dei maschi è color bruno-ardesia scuro, arricchito da sfumature e motivi vivaci: spiccano infatti una distinta macchia bianca a forma di V aperta sul muso, altre 2-3 macchie simili sulle guance, 8-14 strisce bianche verticali che ornano i fianchi e una criniera dorsale, sempre di colore bianco. La tonalità scura del corpo contrasta con il pelo marrone che dalle ginocchia arriva agli zoccoli. Nella femmina il mantello presenta disegni simili, ma è di color rosso-bruno. Solo i maschi hanno le corna, assai sviluppate. Il nyala bruca vari tipi di erbe, foglie, fiori e frutti di diverse piante. Se c’è disponibilità di acqua si abbevera ogni giorno, ma è in grado di sopravvivere anche dove l’acqua è presente solo stagionalmente. Di indole schiva, è attivo soprattutto durante il giorno. Vive in gruppi misti composti da 2-10 individui, ma i maschi più anziani preferiscono vivere da soli.