accordo

n.m. [pl. -i] 1 concordia; armonia di volontà, di sentimenti; intesa: in perfetto accordo; di comune, di buon accordo; essere, restare, andare, mettersi d’accordo | andare d’amore e d’accordo, essere in perfetta armonia | andare d’accordo come cani e gatti, bisticciare continuamente 2 ( mus.) combinazione armonica di più suoni emessi simultaneamente: accordi consonanti, dissonanti 3 ( dir.) incontro di due o più volontà per dar vita a un successivo rapporto giuridico; patto, trattato; convenzione: concludere, firmare un accordo; accordo internazionale; accordo fra le parti 4 ( banc.) intesa fra le banche in materia di tassi e condizioni da applicare alla clientela 5 ( gramm.) concordanza: l’accordo del soggetto con il predicato

Deriv. di accordare.

Nota d'uso

· Nel dubbio se si debba scrivere d’accordo o *daccordo, può essere di aiuto ricordare che questa locuzione è formata dall’unione della preposizione di con il nome accordo e quindi si deve mettere l’apostrofo. L’espressione d’accordo ha funzione avverbiale, e in teoria non potrebbe avere un superlativo, che è forma tipica dell’aggettivo. Tuttavia è d’uso comune il superlativo d’accordissimo che sottolinea la totalità dell’accordo, la perfetta corrispondenza di idee, di giudizio.

Rubrica sinonimi

1Sin. concordia, sintonia, consenso, affiatamento; intesa, accomodamento, conciliazione, soluzione Contr. contrasto, disaccordo, discordia, dissidio; opposizione, contraddizione, antitesi 2 Sin. patto, trattato, convenzione, concordato, intesa, conciliazione; transazione; contratto.