Questo sito contribuisce alla audience di

Èmo

famiglia nobile veneziana, nota sin dal sec. XII. Iscritta al patriziato con un Pantaleo (1297), fu resa illustre da numerosi procuratori e uomini d'arme. Tra di essi: Pietro, che si segnalò alla difesa di Chioggia contro i Genovesi (1381); Giovanni, che compì la conquista del Polesine; Giorgio, provveditore generale durante la Lega di Cambrai, che combatté contro gli imperiali nel Trentino e fu poi procuratore di S. Marco; Angelo (Malta 1731-1792), ammiraglio, ultimo “capitano generale da mar” della Repubblica, che si distinse nella lotta contro i barbareschi; tra il 1784 e il 1786 bombardò più volte la costa tunisina e costrinse infine il bey di Algeri a sottoscrivere un trattato.

Media


Non sono presenti media correlati