Questo sito contribuisce alla audience di

Balassa, Sándor

compositore ungherese (Budapest 1935). È considerato uno dei maggiori esponenti della musica ungherese contemporanea. Tra le sue composizioni degli anni Settanta sono da ricordare: Xenia op. 20, Cantata Y op. 21 (1970), Lupercalia, concerto in memoriam I. Stravinskij (1971), Tabulae (1972), Chant of Glarus (1978), Calls and Cries (1980) e l'opera Az aitón Kivül (1976). Dopo aver vinto nel 1988 il prestigioso premio Bartók-Pásztory, ha proseguito nella sua attività con composizioni strumentali (Sonatina per arpa, 1993; Trio per flauto, viola e arpa, 1995; Cinque fratelli, 1994, per solo piano) e orchestrali (Danze di Mucsa, 1994; Vonósnégyes, 1995), mentre nel campo vocale ha composto Carlo e Anna (1992).

Media


Non sono presenti media correlati