Questo sito contribuisce alla audience di

Bellòmo, Nicòla

generale italiano (Bari 1881-Nisida 1945). Destinato alla difesa territoriale di Bari (1941) con il grado di generale di divisione, il 9 settembre 1943 fronteggiò arditamente con pochi soldati e alcuni portuali un improvviso colpo di mano tedesco mirante a impadronirsi del porto della città. Successivamente arrestato dalle autorità militari britanniche (1944) perché accusato di aver provocato la morte di due ufficiali inglesi (1941) fuggiti dal campo di concentramento di Torre Tresca (Bari), fu sottoposto a un processo per molti versi oscuro. Condannato a morte, venne fucilato dopo che si era rifiutato di chiedere la grazia.

Media


Non sono presenti media correlati