Questo sito contribuisce alla audience di

Bianchi, Nicomède

storico italiano (Reggio nell'Emilia 1818-Torino 1886). Laureatosi in medicina, nel 1848 svolse un'intensa attività per l'annessione degli Stati estensi al Piemonte, cosicché l'anno successivo, tornato sul trono di Modena Francesco V, andò esule in Piemonte e poi a Nizza, dedicandosi interamente a studi di storia contemporanea. La sua prima opera notevole fu I ducati estensi dall'anno 1815 all'anno 1850 (1852), cui seguirono le Vicende del mazzinianesimo politico e religioso (1854), la Storia della politica austriaca rispetto ai sovrani e ai governi italiani dall'anno 1791 al maggio 1857 (1857) e altri lavori, fino alla Storia documentata della diplomazia europea in Italia dall'anno 1814 all'anno 1861 (8 vol., 1865-71). Nel 1874 fu nominato soprintendente agli archivi piemontesi e nel 1881 ebbe la nomina a senatore. Morì prima di portare a termine una notevole Storia della monarchia piemontese.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti