Questo sito contribuisce alla audience di

Cùrzio, Marco

(latino Marcus Curtíus). Personaggio della tradizione romana che nel 362 a. C. si lasciò precipitare a cavallo, armato di tutto punto, nella voragine apertasi nel Foro. In tal modo il giovane Curzio rispose alla sentenza degli auguri secondo la quale il baratro si sarebbe chiuso solo dopo l'offerta di ciò che di più prezioso vi fosse in Roma, e cioè (secondo l'interpretazione di Curzio) le armi e il valore.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti