Questo sito contribuisce alla audience di

Caetani

famiglia italiana le cui origini storicamente accertate risalgono al sec. XII , quando appare già divisa nei rami di Napoli, Roma, Pisa, Benevento e Anagni. L'ultimo di essi, noto più degli altri, acquistò enorme potenza grazie a Benedetto che, prima da cardinale e poi da pontefice (Bonifacio VIII), permise alla propria famiglia di fondare una forte dinastia feudale capace di impedire ai Colonna e ad altri avversari della Chiesa di estendersi verso il sud mentre gli Orsini ne chiudevano l'espansione a nord. Il fratello del papa, Roffredo II (m. 1296), fu infatti senatore di Roma (1290-92) e conte di Caserta; Pietro, suo figlio (m. 1307), ampliò i possessi familiari della Marittima e della Campagna; Benedetto II (m. 1296), Jacopo Tommasini (m. 1300) e Francesco (m. 1317), nipoti del papa, furono cardinali; Roffredo III (m. 1326) divenne conte di Fondi e Traetto ereditando le terre della moglie Giovanna d'Aquila; Niccolò III (sec. XIV), capitano al servizio di Roberto d'Angiò, sconfisse l'esercito di Giovanna I a Itri e fu l'unico signore di Roma che non si sottomise a Cola di Rienzo; Onorato I (1337-1400), signore perpetuo della Campagna e della Marittima, fu potentissimo barone, diede ospitalità a Fondi ai cardinali che elessero l'antipapa Clemente VII (1378), ma venne completamente sconfitto da Bonifacio IX e da Ladislao d'Angiò. Verso il 1420 i possessi dei Caetani, divenuti troppo ampi ed essi stessi motivo di pericolo per la Chiesa, vennero divisi in due parti: al ramo primogenito (Caetani di Sermoneta) toccarono la Campagna e la Marittima; al secondogenito (Caetani di Aragona) i feudi napoletani. Signori di questi ultimi furono, tra gli altri, Bernardo Maria (sec. XV-XVI), che fu diseredato per aver cospirato contro il re e il proprio padre, e Onorato III (sec. XV), il quale, per aver parteggiato per i Francesi (1497), fu privato dei feudi che vennero poi assegnati ai Colonna. Tra i Caetani di Sermoneta si ricordano: Enrico (sec. XVI), cardinale legato in Francia (1589-90) e Polonia (1596-97), Onorato IV (sec. XVI), comandante della fanteria pontificia a Lepanto (1571), e Francesco IV (sec. XVII), governatore di Milano (1660-62) e viceré di Sicilia (1663-67).

Media

Caetani.