Questo sito contribuisce alla audience di

Chèope

faraone egiziano, secondo sovrano della IV dinastia (2600-2480 a. C.). Figlio di Snofru, ben poco sappiamo del suo regno. Le fonti storiche ricordano soltanto spedizioni alle miniere di turchese del Sinai e alle cave di diorite del deserto nubiano. Si può arguire che egli esercitasse un dominio assoluto su un territorio unificato e amministrato centralmente attraverso funzionari in massima parte legati alla casa regnante. La più vistosa testimonianza del suo regno è costituita dalla monumentale piramide che egli fece edificare nella piana di Giza come sua sepoltura, affiancandola con le piramidi delle regine e le mastabe dei figli e dei funzionari. Sepolte in grosse buche accanto alla piramide di Cheope sono state rinvenute le famose “barche solari”, monumentali barche che erano servite al grande faraone nei suoi viaggi e come altri oggetti erano state sepolte vicino a lui, nella convinzione che gli servissero nel suo viaggio verso l'eternità.

Collegamenti