Questo sito contribuisce alla audience di

Commynes, Philippe de-

storico francese (Hazebrouck ca. 1445-Argenton 1511). Fu alla corte di Borgogna fino al 1472 quando entrò nelle grazie di Luigi XI, che lo fece principe di Talmont e signore di Argenton. Dal re di Francia fu incaricato di importanti missioni diplomatiche in Inghilterra e in Italia. Caduto in disgrazia alla morte di Luigi XI, fu imprigionato, ma poté ben presto, anche se con minor successo, riprendere il suo ruolo di consigliere diplomatico della corona fino al 1500, quando si ritirò a vita privata. Tra il 1489 e il 1498 scrisse i suoi Mémoires, in due parti (la prima, in sei libri, è la Chronique de Louis XI, la seconda, in due, è la Chronique de Charles VIII). L'intento di Commynes era di adoperare alcuni avvenimenti storici per illustrarne la struttura logica. L'obbiettività del cronista cede pertanto di fronte alle necessità della lezione politica e di fatto i Mémoires ebbero subito grande fortuna per il vigore della narrazione e l'eccellenza dello stile e in pochi anni se ne fecero traduzioni in molte lingue.

Bibliografia

A. Prucher, I “Mémoires” di Philippe de Commynes e l'Italia del Quattrocento, Firenze, 1957; J. Dufournet, Etudes sur Philippe de Commynes, Parigi, 1975; J. Liniger, Philippe de Commynes, Parigi, 1978.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti