Questo sito contribuisce alla audience di

Cordèro Lanza di Montezèmolo, Giusèppe

patriota italiano (Roma 1901-1944). Colonnello di Stato Maggiore dell'esercito durante la seconda guerra mondiale, dopo l'armistizio dell'8 settembre organizzò a Roma il primo nucleo militare di resistenza clandestina. Catturato e torturato dai Tedeschi, venne fucilato alle Fosse Ardeatine.

Media


Non sono presenti media correlati