Questo sito contribuisce alla audience di

Corrào, Giovanni

patriota italiano (Palermo 1822-1863). Partecipò all'insurrezione siciliana del 1848 e fu quindi costretto all'esilio. Da Malta mise a punto i piani per una spedizione in Sicilia, che condusse insieme a Rosolino Pilo partendo da Genova circa un mese prima dei Mille. Dopo l'occupazione garibaldina di Palermo, cui contribuì con un gruppo di volontari, Corrao fu nominato prima colonnello, poi generale di brigata. Diventato il principale esponente palermitano del Partito d'Azione, venne assassinato probabilmente con la connivenza del governo.