Questo sito contribuisce alla audience di

Credaro, Luigi

pedagogista e uomo politico italiano (Sondrio 1860-Roma 1939). Insegnò storia della filosofia alle università di Pavia e di Roma, poi pedagogia; deputato (1895-1919), fu ministro della Pubblica Istruzione dal 1910 al 1914 e in tale carica propose numerosi disegni di legge sull'avocazione della scuola elementare allo Stato e sulla scuola media. Nel 1919 fu senatore e fino al 1922 commissario generale per la Venezia Tridentina. Nel 1901 fondò l'Unione magistrale, di cui fu presidente fino al 1905. Diresse il Dizionario illustrato di pedagogia (1892-1903) e la Rivista pedagogica, da lui fondata nel 1907, in cui espose le sue idee che, per la maggior parte, si rifacevano ai principi di Herbart. Scrisse numerose opere di filosofia fra cui: Questioni kantiane (1885), Il kantismo in Italia (1885), Lo scetticismo degli Accademici (1889-93), La pedagogia di Herbart (1900).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti