Questo sito contribuisce alla audience di

Drake, Frank Donald

astronomo statunitense (Chicago 1930). Ricercatore presso l'osservatorio radioastronomico di Green Bank, dal 1967 dirige il centro di ricerche radiofisiche e spaziali alla Cornell University. Ha avanzato l'ipotesi (poi confermata dalle esplorazioni dei Pioneer) dell'esistenza, attorno a Giove, di fasce di particelle ad alta energia analoghe a quelle di Van Allen e ha proposto una celebre formula matematica, coinvolgente numerose grandezze (ecosfere stellari, probabilità di evoluzione biologica, sua presumibile durata di sopravvivenza, età della Galassia, ecc.), verosimilmente atta a stimare l'incidenza nella Galassia di civiltà tecnologicamente avanzate.

Equazione di Drake

Secondo la formula di Drake il numero N di possibili civiltà contemporanee è:

N=R·f

dove R è il tasso di formazione di stelle nella nostra galassia; f è la frazione di stelle simili al sole; f è la frazione di tali stelle che possiedono anche un sistema planetario; n è il numero di pianeti situato alla giusta distanza dalla stella, nella cosiddetta fascia abitabile, dove la temperatura è tale da consentire la presenza di acqua allo stato liquido; f è la frazione di pianeti che sviluppa la vita; f è la frazione di tali pianeti che sviluppa una civiltà intelligente; f è la frazione dei pianeti dove la vita intelligente riesce a maturare la tecnologia sufficiente per le comunicazioni interstellari; t, infine, è la durata temporale della civiltà tecnologica, condizione necessaria per la sincronicità delle civiltà comunicanti. Tutti i parametri della formula di Drake sono, tuttavia, conosciuti in maniera estremamente incerta, considerato che solamente negli ultimi anni si è cominciato ad apprendere dell'esistenza di sistemi planetari esterni, nessuno dei quali, inoltre, simile al sistema solare.

Media


Non sono presenti media correlati