Questo sito contribuisce alla audience di

Eppan, conti di-

famiglia feudale trentina, di origine bavarese, trasferitasi verso il Mille, con Etichio, nella valle dell'Adige, dove si costituì un ricco patrimonio nella zona orientale, e in val di Non, suscitando l'ostilità dei conti del Tirolo e del vescovo di Trento. Nel sec. XII, la divisione della famiglia nei rami di Greifenstein-Mareith e di Ulten segnò l'inizio della decadenza. Avendo poi i conti Enrico II e Federico II catturato i legati inviati da papa Adriano IV a Federico Barbarossa, gli Eppan furono puniti con la distruzione del loro castello e fatti vassalli del vescovo di Trento. Nel 1270 i conti del Tirolo spogliarono Egino II di Eppan di tutti i suoi beni; tre anni dopo la famiglia si estinse con Gottschalk.