Questo sito contribuisce alla audience di

Fano, Gino

matematico italiano (Mantova 1871-Verona 1952). Allievo di C. Segre, fu professore all'Università di Torino dal 1901. Nel 1938 dovette abbandonare la cattedra per motivi razziali. Studioso di geometria proiettiva e algebrica, il suo nome resta legato alla dimostrazione (1942) dell'irrazionalità della forma cubica generale nello spazio a quattro dimensioni.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti