Questo sito contribuisce alla audience di

Gesell, Silvio

economista tedesco (Saint Vith, Malmédy, 1862-Eden, Brandeburgo, 1930). Ministro bavarese delle Finanze in un governo comunista (1919), fu studioso di problemi monetari: elaborò la teoria secondo la quale, essendo l'aumento del capitale reale frenato dal saggio monetario d'interesse, al fine di ridurre quest'ultimo e quindi scoraggiare la formazione di scorte monetarie liquide, sarebbe opportuno imporre al pubblico una moneta che, per mantenere il proprio valore, fosse soggetta a una speciale imposta. Opera principale: Nervus Rerum (1891).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti