Questo sito contribuisce alla audience di

Giovanni di Gianduno

pensatore politico (m. Todi 1328). Insegnò a Parigi e collaborò con Marsilio da Padova alla composizione del Defensor Pacis, pagando con l'esilio e la scomunica. In seguito Giovanni di Gianduno abbandonò l'attività politica e proseguì il suo impegno su un piano esclusivamente filosofico e teologico, scrivendo numerosi Commentarii (ad Aristotele, a Pietro d'Abano, ad Averroè).

Media


Non sono presenti media correlati