Questo sito contribuisce alla audience di

Janet, Paul Alexandre Réné

filosofo e pubblicista francese (Parigi 1823- 1899). Dopo aver partecipato in gioventù al movimento intellettuale e politico che sfociò nella rivoluzione parigina del 1848, Janet percorse i vari gradini della carriera accademica, divenendo nel 1864 professore di filosofia alla Sorbona. Fornito di vasta erudizione ma di scarsa originalità, in campo filosofico fu seguace di Victor Cousin; si interessò principalmente a problemi di morale dapprima come razionalista, poi, negli ultimi anni di vita, con tendenze d'ispirazione spiritualistica; coltivò anche gli studi storici, in cui espresse maggiore finezza critica, come testimonia la sua opera Histoire de philosophie morale et politique dans l'antiquité et dans les temps modernes (2 vol., 1858) dalla 3a edizione (1887) divenuta Histoire de la science politique dans ses rapports avec la morale. Altre opere: Essai sur la dialectique dans Platon et Hegel (1860), La Philosophie du bonheur (1863), Philosophie de la Révolution Française (1875), Principes de métaphisique et de psychologie (1896).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti