Questo sito contribuisce alla audience di

Juin, Alphonse

maresciallo di Francia (Bona, Algeria, 1888-Parigi 1967). Fece le sue prime esperienze in Marocco. Capitano nella prima guerra mondiale e ferito nell'offensiva della Champagne (1915), tornò in Marocco come aiutante del maresciallo Lyautey. Consigliere del residente generale Saint a Rabat, nel 1931, diresse le operazioni di pacificazione del Paese. Generale nella seconda guerra mondiale, fu fatto prigioniero presso Lilla (1940). Rilasciato per intervento di Pétain, nel 1941 fu alla testa delle forze dell'Africa settentrionale, dove, dopo lo sbarco alleato (1942), si schierò col generale Giraud, comandando prima le forze della Francia Libera in Tunisia (1942 e 1943) e successivamente il corpo di spedizione in Italia fino all'entrata in Roma e in Siena (1944). Nominato maresciallo e accademico di Francia (1952), ebbe fino al 1956 il comando delle forze atlantiche del Centro Europa. In polemica con de Gaulle sulla politica algerina, nel 1962 lasciò il servizio. Scrisse Mémoires di guerra e opere di tecnica militare.

Media


Non sono presenti media correlati