Questo sito contribuisce alla audience di

Kosygin, Aleksej Nikolaevič

uomo di Stato sovietico (Pietroburgo 1904-Mosca 1980). Entrato nel PCUS nel 1927, ebbe ben presto cariche importanti. Alla fine della guerra fu vice-presidente del Consiglio dei Ministri, poi resse il dicastero delle Finanze e quello dell'Industria Leggera. Un po' in ombra dopo la morte di Stalin, riapparve in primo piano nel 1960 come primo vicepresidente del Consiglio. Ritiratosi poi Chruščëv), assunse la presidenza del Consiglio, affermandosi nei settori della programmazione economica e della politica estera. Negli anni Settanta, pur mantenendo una posizione di rilievo nella gerarchia sovietica, conobbe un graduale declino di autorità.

Media


Non sono presenti media correlati