Questo sito contribuisce alla audience di

Kováč, Michal

economista e uomo politico slovacco (Lubig 1930). Laureatosi in economia a Bratislava, muoveva i primi passi da studioso nella stessa università e nel 1956 entrava a far parte dello staff della Banca di Cecoslovacchia. Partecipe dell'esperienza della primavera praghese (1968), Kováč incorreva nei rigori della restaurazione e, espulso dal Partito (1969), tornava all'attività di ricerca e di assistente universitario. Il crollo del regime comunista lo proiettava ai vertici della politica nazionale come membro del Parlamento federale e ministro delle Finanze della Slovacchia. Speaker dell'Assemblea federale in seguito alle elezioni del 1992, che segnavano l'avvio della separazione delle due Repubbliche, Kováč diveniva il primo presidente della neocostituita Repubblica Slovacca (1993) e rimaneva in carica fino al 1999.

Media


Non sono presenti media correlati