Questo sito contribuisce alla audience di

Krška, Václav

regista cinematografico ceco (Písek, Boemia, 1900-1969). Esordì durante l'occupazione e nel dopoguerra si dedicò prevalentemente a biografie di artisti, fino a un film su Smetana nel 1955. La sua vena neoromantica e nostalgica, non priva di calligrafismi, risultò al meglio in Vento argentato (1954) trattenuto in censura due anni, e più discutibile in Quando l'albero fiorirà (1961). Gli si devono anche l'elegante ma realistico affresco storico L'anno rivoluzionario 1848 (1949) e il doloroso e virile Hic sunt leones (1958), studio psicologico di un ingegnere espulso ingiustamente dal partito, che anticipava la “nuova ondata” e fu sbloccato nel 1963.

Media


Non sono presenti media correlati