Questo sito contribuisce alla audience di

Lòngo, Giàcomo

patriota e generale italiano (Napoli 1818-Roma 1906). Ufficiale dell'esercito borbonico, partecipò nel 1848 alla rivoluzione in Sicilia e in Calabria. Arrestato e condannato all'ergastolo, nel 1860 venne liberato e raggiunse subito a Palermo Garibaldi, il quale lo nominò ministro della Guerra. Promosso maggiore generale e passato poi con questo grado nell'esercito regolare, combatté a Custoza. Deputato dal 1861 al 1865, fu nominato senatore nel 1876.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti