Questo sito contribuisce alla audience di

Leònida

(greco Leōnídas; latino Leonídas), nome di due re spartani della famiglia degli Agiadi. § Leonida I di Anassandrida succedette al fratello Cleomene (ca. 487 a. C.) di cui era genero. Nel 480 guidò l'esercito alleato alle Termopili contro i Persiani. Dopo aver tenuto il passo per due giorni nonostante l'enorme inferiorità delle sue forze (4000 Greci contro 300.000 Persiani), resosi conto che una colonna persiana, passando per il sentiero di Anopea, stava per aggirarlo, congedò gli alleati e restò, coi leggendari 300 Spartani, ad affrontare il sacrificio totale. Secondo alcuni il gesto di Leonida avrebbe dovuto indurre gli Ateniesi a coprire con la flotta le fortificazioni peloponnesiache sull'istmo; Sparta si sarebbe così guadagnata l'appoggio dell'intera squadra navale ateniese col sacrificio di soli 300 cittadini. Altri autori danno valutazioni diverse, ma il problema resta ancora aperto. § Leonida II, figlio di Cleonimo, re di Sparta dal 247 al 236 a. C., fu contrario alle riforme sociali di Agide IV e fu destituito dagli efori per il suo atteggiamento tirannico (242), ma tornò al potere un anno dopo.

Media


Non sono presenti media correlati