Questo sito contribuisce alla audience di

Mónti, Giusèppe

patriota (Fermo 1845-Roma 1868). La sera del 22 ottobre 1867, mentre Benedetto ed Enrico Cairoli e i loro compagni si avvicinavano a Roma, fece saltare la caserma Serristori insieme a G. Tognetti per spingere il popolo romano a insorgere. Il tentativo di sommossa fu però immediatamente impedito e Monti, scoperto e catturato, fu condannato alla decapitazione insieme con il compagno.