Questo sito contribuisce alla audience di

Nūbär Pascià

uomo politico egiziano (Smirne 1825-Parigi 1899). Compiuti gli studi a Vevey e a Tolosa sostenne una politica di modernizzazione dell'Egitto, appoggiandosi agli Inglesi: varò il piano di costruzione delle ferrovie (1857); si batté per la costruzione del Canale di Suez. Ministro degli Esteri dal 1866 ottenne da İstanbul il titolo di chedivè per Ismāʽīl Pascià. Fu più volte capo del governo, prima e dopo l'occupazione inglese dell'Egitto. Attuò la riforma giudiziaria, applicabile anche agli stranieri attraverso l'Istituto dei tribunali misti ma nel 1895 si dimise per protesta contro l'eccessiva ingerenza inglese.

Media


Non sono presenti media correlati