Questo sito contribuisce alla audience di

Nardi, Biàgio

patriota (Apella, Licciana, 1768-Corfù 1835). Ordinato sacerdote nel 1790, abbandonò la veste talare (1796) e si laureò in legge. Partecipò quindi ai moti insurrezionali scoppiati a Modena nel 1831 e il 9 febbraio fu nominato dittatore della città. Dopo essersi adoperato per la fusione del governo provvisorio di Modena con quello di Reggio, fu costretto all'esilio dal ritorno di Francesco IV.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti