Questo sito contribuisce alla audience di

Orlov, Aleksej Fëdorovič, cónte poi prìncipe

uomo politico russo (Mosca 1786-Pietroburgo 1861). Figlio naturale di Fëdor Grigorevič, contribuì alla repressione del moto decabrista (1825). Uomo di fiducia dello zar Nicola I, divenne (1836) capo della Terza Sezione politica; ebbe, in seguito, delicate missioni diplomatiche: ambasciatore a Costantinopoli, negoziò con i Turchi la Pace di Unkiar-Skelessi (1833); rappresentò poi il governo dello zar al Congresso di Parigi (1856), dove simpatizzò con Cavour e con le sue posizioni. Tornato in Russia, rivestì ancora alte cariche, ma, come tenace oppositore dell'emancipazione dei contadini, finì per trovarsi in urto con lo zar Alessandro II.

Media


Non sono presenti media correlati