Questo sito contribuisce alla audience di

Partsalídis, Dimítrios

uomo politico greco (Born Trabzon, Turchia, 1905-Atene 1980). Operaio, divenne presto un dirigente sindacale e membro del Partito Comunista di Grecia. Due volte deputato al Parlamento, fu arrestato durante la dittatura di I. Metaxàs e nel 1941 consegnato, con altri detenuti politici, ai nazisti. Evaso dal campo di concentramento nel 1943, divenne segretario dell'EAM (Fronte Nazionale di Liberazione). Primo ministro del governo provvisorio, partigiano durante la guerra civile condotta contro il ripristino della monarchia, dopo la sconfitta riparò nell'URSS (1949). Rientrò in Grecia nel 1969 per combattere la dittatura militare, ma fu arrestato (1971), condannato all'ergastolo e infine amnistiato (1973).

Collegamenti