Questo sito contribuisce alla audience di

Passanante, Giovanni

anarchico italiano (Salvia, oggi Savoia di Lucania, Potenza, 1849-Montelupo Fiorentino 1910). Cuoco di mestiere, il 17 novembre 1878, a Napoli, attentò alla vita di Umberto I che attraversava la città in carrozza. Il re fu ferito solo di striscio da un colpo di pugnale; l'anarchico, colpito da una sciabolata di un corazziere di scorta, fu subito arrestato. Condannato a morte (1879), ebbe commutata la pena in quella dell'ergastolo.

Collegamenti