Questo sito contribuisce alla audience di

Rèssi, Adeodato

patriota ed economista (Cervia 1768-Venezia 1822). Deputato alla Cisalpina (1797), insegnante di economia pubblica presso l'Università di Pavia, perse l'incarico nel 1818 e nel 1821 fu arrestato per attività antiaustriaca e condannato al carcere duro a vita. L'anno successivo un regio decreto ridusse a 6 anni la pena dell'illustre economista già morto nelle carceri di Venezia.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti