Questo sito contribuisce alla audience di

Radić, Stjepan

uomo politico croato (Trebarjevo Desno 1871-Zagabria 1928). Fervente nazionalista, propugnò il proprio ideale in Russia, in Serbia e in Francia. Nel 1904 fondò il Partito Repubblicano Contadino Croato e nel 1910 fu eletto deputato, schierandosi (1915) in favore dell'Intesa. Nel 1919 assunse l'iniziativa di propugnare la costituzione di uno Stato croato-serbo-montenegrino e l'anno seguente ottenne un netto successo elettorale che preluse (dopo travagliate vicende, che lo videro in carcere nel 1923) alla sua nomina a ministro della Pubblica Istruzione. Passato all'opposizione dopo le elezioni del 1927, perse la vita a seguito di un attentato.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti