Questo sito contribuisce alla audience di

Raimóndo VI

conte di Tolosa (Tolosa 1156-1222). Succedette al padre Raimondo V nel 1194, del quale seguì la politica interna e, con minore fortuna, quella estera, per cui dovette fare molte concessioni agli Inglesi. Per la sua tolleranza nei confronti della dilagante eresia albigese, venne scomunicato da Innocenzo III; per riconciliarsi col papa, prese allora parte alla crociata contro gli eretici (1208) capeggiata da Simone IV de Monfort, ma, sconfessato dai suoi stessi vassalli e inorridito dalla guerra di sterminio che mandava in rovina il suo Paese, passò al campo avverso e ne seguì la tragica sorte. Dopo la sconfitta di Muret (1213), perdette a seguito di un lungo assedio Tolosa (1215), donde riparò in Inghilterra. Riuscì tuttavia a ricuperare i suoi domini, occupati da Simone IV de Monfort, grazie soprattutto all'appoggio dei Tolosani.

Media


Non sono presenti media correlati