Questo sito contribuisce alla audience di

Ranùccio II

Farnese, duca di Parma (Cortemaggiore 1630-Parma 1694). Figlio di Odoardo Farnese e di Margherita de' Medici, dalla morte del padre (1646) fino ai 18 anni fu sotto la reggenza della madre e dello zio cardinale Francesco Maria. Dopo la perdita di Castro e Ronciglione, passati allo Stato Pontificio nel 1649, seppe mantenere buoni rapporti con Roma, sistemò i confini appenninici con il vicino Granducato di Toscana, mediante un arbitrato della Repubblica di Venezia, e acquistò (1687) da Corrado e Ippolito Landi i feudi di Bardi e di Compiano. Diede un nuovo regolamento agli archivi, estendendo la conservazione degli atti da quelli ducali a quelli notarili, appoggiò lo sviluppo delle attività culturali e letterarie, estese l'insegnamento.

Media


Non sono presenti media correlati