Questo sito contribuisce alla audience di

Samudragupta

secondo sovrano della dinastia Gupta (ca. 326-375). Valente condottiero, signore di tutto il bacino gangetico, impose il tributo a numerosi Stati vicini e fu in contatto con regni lontani (Ceylon, Nepal e Assam). Di fede viṣṇuita, ma tollerante di altri credi, fu anche musicista e poeta. Le sue imprese vennero cantate da Harisena e scolpite su un pilastro di Aśoka ad Allahabad.

Media


Non sono presenti media correlati