Questo sito contribuisce alla audience di

Chin (antico Stato feudale cinese)

denominazione di uno Stato feudale esistito anteriormente alla costituzione dell'Impero cinese a opera di Ch'in e di due dinastie imperiali, una cinese e l'altra mancese. Lo Stato, originariamente un marchesato assegnato direttamente dai Chou a un membro della loro famiglia, sorgeva all'incirca nella zona dell'odierno Shansi e dell'odierno Henan settentrionale. Dalla prima metà del sec. VII a. C., il Chin iniziò a partecipare alle riunioni dei signori feudali e presto le presiedette quasi costantemente. Uno dei suoi re, Wen (636-628 a.C.), il civilizzatore, fu il più celebre dei pa (egemoni). Nella prima metà del sec. IV a. C., indebolito dalle lotte tra le famiglie patrizie, Chao, Wei e Han, il Chin si disgregò. § La dinastia cinese (265-420) viene solitamente suddivisa in Chin occidentale (265-316) e Chin orientale (317-420). La prima ebbe inizio con Ssŭ-ma Yen (nome imperiale Wu-ti, 265-289) che, riunificato il Paese, scelse per la sua dinastia la denominazione di Chin, in riferimento all'antico Stato feudale dell'epoca Chou. Verso il 280 i Chin emanarono la prima legge agraria di cui si abbia notizia, volta a eliminare il latifondo, ma essa non riuscì a raggiungere l'obiettivo. Sotto la spinta di popolazioni nomadi che premevano alla frontiera settentrionale del regno, dopo la conquista della capitale, alcuni membri della corte si trasferirono al sud, a Chienyeh (Nanjing) dove fondarono un nuovo Stato successivamente annoverato fra quelli delle “Sei dinastie” della Cina meridionale e detto Chin orientale per distinguerlo da quello fondato da Ssŭ-ma Yen. La dinastia mancese dà il nome anche al regno (1115-1234) fondato da Akuta. Vinti i Ch'i-tan, i Chin si rivolsero contro l'impero Sung che, dopo la conquista della capitale K'ai-feng (1127), nonostante la resistenza opposta agli invasori dalla popolazione, dovette concludere nel 1141 un umiliante accordo e assoggettarsi a pagare un tributo annuo e a portare i propri confini allo Huang-ho. Nel 1234 il regno Chin fu distrutto dai Mongoli. Chin designa pure una delle “Cinque dinastie”.

Media


Non sono presenti media correlati