Questo sito contribuisce alla audience di

Simons, Walter

giurista e diplomatico tedesco (Elberfeld 1861-Potsdam 1937). Alto funzionario del Ministero degli esteri (1911-19), svolse un ruolo importante nei negoziati di pace di Versailles. Fu quindi presidente dell'Associazione industriali dal 1919 al 1920, Ministro degli esteri dal 1920 al 1921 e presidente della Corte Suprema dal 1922 al 1928. Specialista di diritto internazionale, si distinse altresì come promotore della collaborazione fra la chiesa protestante e quella cattolica. Membro dell'Accademia germanica, prese posizione in senso razzista nel 1935.

Media


Non sono presenti media correlati