Questo sito contribuisce alla audience di

Unionquadri

associazione professionale intercategoriale politicamente pluralista, sorta in Italia nel 1975. Dopo la seconda guerra mondiale, in Francia si individuò l'esistenza di una particolare categoria di lavoratori professionalmente qualificata, destinata a svolgere un importante ruolo di innovazione sociale: i quadri intermedi. Dopo la nascita della Confédération Générale des Cadres (CGC) nel 1944, in Germania si costituì un'associazione dei quadri e, nel 1951, la Confédération Internationale des Cadres (CIC). In Italia, fu solo all'inizio degli anni Settanta che vide la luce un movimento volto a costituire un'associazione professionale intercategoriale e politicamente pluralista. Su tali basi è sorta, infine, nel 1975, l'Unionquadri che negli anni seguenti, sotto la guida del presidente C. Rossitto, ha promosso, tra l'altro, “pacchetti” di proposte rivolte alle forze sindacali e di governo. Le sempre maggiori adesioni raccolte dall'Unionquadri nei primi anni Ottanta hanno aperto la strada all'approvazione della legge 13 maggio 1985, n. 190, “Riconoscimento giuridico dei quadri intermedi”, che modificava l'art. 2095 del Codice Civile, inserendo i quadri nei prestatori di lavoro subordinato, tra la categoria dei dirigenti e quella degli impiegati.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti