Questo sito contribuisce alla audience di

Vogel, Wladimir Rudolfovič

compositore e critico musicale russo-tedesco, naturalizzato svizzero (Mosca 1896-Ascona 1984). Studiò a Berlino con H. Tiessen e F. Busoni. Influenzato dalla musica russa di A. N. Skrjabin e dalla dodecafonia di A. Schönberg, trovò nello Sprechchor (coro parlato) un nuovo efficace mezzo di espressione. Tra le composizioni con coro si ricordano gli oratori profani Wagadus Untergang durch die Eitelkeit (1929; La caduta di Wagadu a causa della vanità) e Thyl Claes (1945), la cantata Arpiade (1954); Goethe-Aphorismen (1955), il recitativo Alla memoria di G. B. Pergolesi (1958) e inoltre Sept aspects d'une série de douze sons (1950; Sette aspetti di una serie dodecafonica) per orchestra.

Media


Non sono presenti media correlati