Questo sito contribuisce alla audience di

Wang Mang

imperatore cinese (45 a. C.-23 d. C.). Grande dignitario alla corte degli Han, nell'8 d. C. si impadronì del potere facendosi proclamare imperatore. Animato da spirito riformatore chiamò Hsin (rinnovamento) la propria dinastia e cercò di introdurre nell'ordinamento dello Stato alcune leggi progressiste. Ma all'opposizione intransigente dei grandi feudatari si aggiunse il malcontento dei contadini vessati dalle tasse. Nel 18 scoppiò la rivolta detta delle “Sopracciglia rosse” che Wang Mang non riuscì a reprimere. Nel 23 i rivoltosi presero la capitale Ch'ang-an e Wang Mang fu catturato e ucciso.