Questo sito contribuisce alla audience di

al-Mu'taṣim

8º califfo abbaside (833-842). Fratello e successore di al-Ma'mūn, con lui si accentuò la decadenza del califfato: l'esercito era comandato da ex schiavi turchi; le controversie teologiche agitavano gli animi; l'amministrazione era corrotta e il tesoro dello Stato esausto. Si moltiplicarono le rivolte di carattere religioso o militare. Sentendosi malsicuro in Baghdad, al-Mu'taṣim trasferì la capitale a Samarra.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti