Questo sito contribuisce alla audience di

anèllo di congiunzióne

rarissimo reperto paleontologico utilizzato per la ricostruzione delle relazioni filetiche esistenti fra i diversi gruppi di piante e di animali e, quindi, per la ricostruzione della successione della vita sulla Terra. Questi reperti presentano caratteristiche transizionali tra un gruppo e l'altro così marcate e appariscenti da far sì che il decidere la loro posizione sistematica divenga un problema a volte insolubile. Fra i più comuni esempi di anelli di congiunzione ricordiamo fra gli Invertebrati il genere Aysheaia del Cambriano medio della Columbia Britannica, un onicoformo marino primitivo che ricorda per la segmentazione del corpo vermiforme il gruppo degli Anellidi ed è quindi testimone di un rapporto di discendenza fra gli Anellidi stessi e gli Artropodi. Ancor più appariscenti sono gli esempi che si possono trarre dallo studio dei Vertebrati, fra i quali sono sconosciuti organismi transizionali fra tutte le classi. I Crossopterigi Ripidisti rappresentano l'anello di congiunzione fra Pesci ed Anfibi. Vi appartiene il genere Eusthenopteron, del Devoniano, il quale, sebbene per morfologia generale sia ancora un pesce, presenta caratteristiche scheletriche molto avanzate, come la disposizione delle ossa del cranio del tutto simile a quella dei primi anfibi e la struttura anatomica delle pinne pari che richiama direttamente quella delle zampe degli animali terrestri. Il passo evolutivo successivo è costituito dal genere Ichthyostega del Devoniano, un organismo che presenta accanto a netti caratteri di anfibio alcuni aspetti dei Pesci Crossotterigi da cui deriva. Fra Anfibi e Rettili è il genere Seymouria del Permiano, un animale dal tipico cranio da anfibio stegocefalo e dallo scheletro postcraniale invece rettiliano. Transizionale fra Rettili e Uccelli è il famoso Archaeopteryx, un miscuglio di caratteri rettiliani primitivi, quali la presenza di denti, di una lunga coda e il particolare aspetto del cranio e degli arti posteriori, e di caratteri evoluti da tipico uccello fra i quali, soprattutto, la presenza di vere e proprie penne. Da ultimo, transizionali fra Rettili e Mammiferi sono alcuni organismi triassici che, classificati fra i primi per la struttura ancora rettiliana dell'orecchio medio, presentano nella disposizione degli arti e nella struttura del cranio un aspetto tipicamente mammaliano che ha valso loro il nome di “rettili-mammifero”.

Media


Non sono presenti media correlati