Questo sito contribuisce alla audience di

assicurazióne (previdènza)

il complesso di previdenze (assicurazione contro gli infortuni; contro le malattie professionali; contro le malattie; per l'invalidità, la vecchiaia e i superstiti; contro la disoccupazione involontaria; per la maternità), che uno Stato stabilisce per il lavoratore dipendente che abbia perduto in parte o totalmente la sua capacità lavorativa o che si trovi temporaneamente senza lavoro, o che abbia terminato definitivamente il suo periodo lavorativo (vedi pensione), è detto assicurazioni sociali. Le prime assicurazioni sociali comparvero in Germania fin dal 1883; in Italia esse furono introdotte, nel 1898, dalla legge sull'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro, ma ebbero un vero sviluppo solo con l'ampliarsi dell'industrializzazione nel Paese. In applicazione all'art. 38 della Costituzione, oggi si tende in Italia a sostituire le forme assicurative attuali con forme di sicurezza sociale estensibili a tutti i cittadini, siano lavoratori dipendenti o meno. In questo campo è già definita la riforma sanitaria, la cui attuazione ha presentato non poche difficoltà (vedi anche previdenza sociale).