Questo sito contribuisce alla audience di

capillarità

Guarda l'indice

Lessico

sf. [sec. XIX; da capillare].

1) Complesso dei fenomeni fisici che si verificano nei tubi capillari.

2) Fig., la qualità di azioni e indagini capillari, estrema ramificazione, minuziosità: la capillarità della campagna anti-rumori; un commento che aderisce al testo con puntuale capillarità.

Fisica

La capillarità è un fenomeno che si verifica in tubi di sezione dell'ordine del millimetro quadrato, detti capillari, in corrispondenza del fenomeno della tensione superficiale e quindi delle forze di adesione e di coesione che si manifestano in maniera non trascurabile quando la superficie libera del liquido è piccola "Vedi disegni vol. V, pag. 378" . "Per i disegni vedi il lemma del 5° volume." Nel tubo capillare il liquido si porta più in alto o più in basso a seconda che bagni (per esempio, acqua) o non bagni (per esempio, mercurio) le pareti. Il dislivello h tra le due superfici libere si esprime mediante la legge di Jurin: in cui s è la tensione superficiale del liquido, d il suo diametro, g l'accelerazione di gravità e r la densità del liquido. La superficie libera del liquido in un capillare non è piana; se la sezione del foro del tubo è circolare, tende ad assumere una forma di calotta sferica con la concavità o la convessità rivolta verso l'alto (menisco concavo o convesso) a seconda che il liquido bagni o non bagni le pareti, a seconda cioè che prevalgano le forze di adesione tra le molecole del liquido e del recipiente o le forze di coesione delle molecole del liquido. Si chiama angolo di contatto o di raccordo l'angolo formato dalla parete e dalla tangente alla superficie libera del liquido nel punto di contatto con la parete; esso è minore o maggiore di 90º a seconda che il liquido bagni o non bagni il recipiente. Alla capillarità si riconducono molti fenomeni importanti come la salita della linfa nelle piante, l'imbibizione dei corpi porosi, come per esempio certi materiali da costruzione, e l'opposto fenomeno dell'impermeabilità. In vasi comunicanti a U di cui un ramo è un capillare non vale il principio dei vasi comunicanti.