Questo sito contribuisce alla audience di

congiunzióne

Guarda l'indice

Lessico

sf. [sec. XIV; dal latino coniunctío-ōnis].

1) Atto ed effetto del congiungere o del congiungersi: congiunzione carnale, accoppiamento sessuale. Secondo il Codice Penale commette reato chiunque, con violenza o minaccia, costringe altri a congiunzione carnale. Il fatto è sempre punito se commesso con persona minore di anni quattordici; se il colpevole è ascendente o tutore del soggetto passivo e questi è minore di anni sedici; se il soggetto passivo trovavasi in condizione d'inferiorità fisica o psichica o è stato tratto in inganno per sostituzione di persona.

2) Nella teoria degli insiemi, sinonimo di intersezione.

3) Nella logica matematica, connettivo bi-argomentale del calcolo degli enunciati, detto anche prodotto logico, il cui simbolo è dato in genere da “∧” o da “&” o da “∤” che si legge “e”, per esempio “A∧B”. La sua tavola di verità dà il valore vero solo quando sia A sia B sono veri e dà il valore falso in tutti gli altri casi. In alcuni sistemi assiomatici la congiunzione è assunta come connettivo primitivo, mentre in altri viene introdotta mediante definizione. Per esempio, nel sistema di G. Frege, in cui i connettivi primitivi sono solo la negazione e l'implicazione, la congiunzione “A e B” è uguale per definizione a “non è vero che se A, allora non B”, in simboli: “¬(A —→ ¬ B)”.

4) In astronomia, configurazione planetaria fondamentale: un pianeta è in congiunzione con il Sole quando si trova alla stessa longitudine rispetto alla Terra. Per i pianeti interni, Mercurio e Venere, si può specificare che si tratta di congiunzione inferiore quando il pianeta si trova tra il Sole e la Terra, e di congiunzione superiore quando si trova al di là del Sole; i pianeti superiori possono invece presentare un solo aspetto di congiunzione.

5) In grammatica, parte invariabile del discorso che serve a “congiungere” gli elementi di una proposizione o più proposizioni fra loro.

Grammatica

Le congiunzioni si possono dividere in due gruppi: coordinanti o coordinative se collegano gli elementi di una proposizione, oppure proposizione reggente a proposizione reggente o proposizione dipendente a proposizione dipendente; subordinanti o subordinative se collegano proposizioni dipendenti a proposizioni reggenti. Le congiunzioni coordinanti possono essere copulative, quando stabiliscono una semplice unione in senso positivo (e, ed, anche) o negativo (, neanche, neppure, nemmeno); disgiuntive, quando indicano un'alternativa (o, ovvero, oppure); avversative, quando stabiliscono una contrapposizione (ma, però, anzi, tuttavia); dichiarative o esplicative, quando servono a dimostrare o a spiegare qualche cosa (infatti, cioè); conclusive, quando esprimono una conclusione o una conseguenza (dunque, quindi, pertanto, perciò). Quando queste congiunzioni sono ripetute per indicare una correlazione, si chiamano correlative (e... e, né... né, o... o). Le congiunzioni subordinanti, secondo le proposizioni dipendenti che introducono, possono essere: dichiarative (che, in “voglio che tu faccia questo”); temporali (quando, mentre, allorché, finché); causali (perché, poiché, giacché); finali (affinché, perché quando può essere sostituito da affinché, acciocché); concessive (benché, quantunque per quanto, sebbene); consecutive (che, in “tanto bravo che tutti lo ammirano”, cosicché, di modo che); condizionali (se, purché, qualora); comparative (che, in “è meglio lavorare che stare in ozio”); interrogative (se, perché, come, quando, dove, in frasi come “dimmi se hai studiato”, “dimmi perché hai fatto questo”, ecc.); dubitative (se, in “non so se verrà”); eccettuative (fuorché, eccetto che, tranne che); esclusive (senza, senza che). Per quanto riguarda la loro formazione, le congiunzioni possono essere semplici se formate da una sola parola (e, o, se, ma), composte se formate dall'unione di due parole (neanche, neppure, oppure, ovvero, infatti, sebbene), locuzioni congiuntive se formate da più parole staccate (di modo che, per quanto, eccetto che, senza che).

. Webtrekk 3.2.2, (c) www.webtrekk.com -->