Questo sito contribuisce alla audience di

entalpìa

sf. [dal tema del greco enthálpein, riscaldare]. In termodinamica, funzione di stato di un sistema, data dalla somma della sua energia interna U e del prodotto della pressione per il volume. Indicando con H l'entalpia, si ha: H=U+pV, in cui p è la pressione e V il volume. Tale funzione di stato si rivela particolarmente utile dal punto di vista matematico e, più in generale, dal punto di vista concettuale nella trattazione di alcuni processi includenti trasformazioni energetiche. In particolare, nei processi in cui avvengono cambiamenti di stato, da solido a liquido, da liquido ad aeriforme, a temperatura e a pressione costanti, con erogazione o assorbimento di calore, è possibile determinare la quantità di calore occorrente con la semplice differenza tra l'entalpia dello stato iniziale e quella dello stato finale. La nozione di entalpia è utile anche nel caso di numerose reazioni chimiche che sviluppano calore e in cui si opera a pressione costante, poiché la differenza di entalpia tra prodotti e reagenti rappresenta il calore di reazione del processo. L'entalpia ha anche importanza nel calcolo dei potenziali termodinamici.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti