Questo sito contribuisce alla audience di

fàida

sf. [dal germanico faihida, inimicizia]. Nell'antico diritto dei popoli germanici, lo stato d'inimicizia che si veniva a creare tra due persone, e le relative famiglie, a seguito di un'offesa o di un torto. Originariamente il ristabilimento della giustizia avveniva mediante la vendetta privata, mentre successivamente il potere pubblico intervenne per regolare l'esercizio della vendetta, tariffando le pene corrispondenti a ciascun delitto (guidrigildo) e autorizzando giudiziariamente l'esercizio della vendetta stessa. Questo sistema fu codificato per i Longobardi da Rotari nel suo Editto del 643. § Per estensione, nel linguaggio moderno il termine è venuto a indicare una situazione di lotta e vendetta tra famiglie rivali e, usato in senso fig., vendette private tra parti avverse in lotta per la conquista del potere.