Questo sito contribuisce alla audience di

falcìdia

sf. [sec. XIV; dal latino falcidía, dal nome del tribuno romano Publíus Falcidíus].

1) Nel diritto romano, legge proposta nel 40 a. C. dal tribuno Publio Falcidio allo scopo di assicurare all'erede testamentario almeno una quarta parte (quarta falcidia) del patrimonio del testatore libera da pesi, disponendo al contempo la proporzionale riduzione dei lasciti che avessero intaccato tale quota.

2) Riduzione, diminuzione: i suoi guadagni hanno subito una notevole falcidia. Per estensione, strage, carneficina: una falcidia di nemici; anche fig.: una falcidia di concorrenti.

Media


Non sono presenti media correlati